Perché si ingrassa mangiando poco

Per quale motivo accade?

Ho individuato tre motivi fondamentali che ci portano a mangiare poco e ingrassare. Si tratta di un problema enorme, che influenza la nostra vita (pensate svegliarvi al mattino con l’idea che non potete mangiare mai quello che volete durante il giorno) in molti aspetti, anche socialmente. Uscire con gli amici, mangiare una pizza in libertà, per esempio.

Ma soprattutto, rischia di diventare un problema di salute: una ipoalimentazione protratta nel tempo ci può portare a gravi carenze nutrizionali, a uno squilibrio ormonale, a un peggioramento del sistema immunitario.

Ma come, sentiamo dire che bisogna mangiare poco per vivere a lungo!

Sì, ma si parla di moderazione a tavola, di pochi giorni di digiuno o ipoalimentazione.

E le soluzioni per provare a risolvere il problema. Vi anticipo che alcune di queste soluzioni non vi piaceranno affatto! 

Ma veniamo prima alle ragioni per cui è possibile mangiare poco e ingrassare lo stesso.

PERCHE’ MANGIO POCO E INGRASSO?
1) Perché il tuo metabolismo è lento:
Molte persone sono convinte che per dimagrire occorra mangiare meno, e muoversi di più. L’obesità insomma si può sconfiggere semplicemente affamandosi, e se qualcuno è obeso e sovrappeso la colpa è esclusivamente sua. In realtà, la genetica influenza notevolmente sia il nostro metabolismo che il nostro modo di accumulare grasso. Anche la nostra storia famigliare, dunque una ereditarietà, è un dato importante per capire perché oggi noi abbiamo problemi a dimagrire. Non saperlo invece è un problema ben più grave. Saperlo vuol dire non rassegnarsi a essere sovrappeso, ma cercare una strategia più intelligente a quella di tagliare in modo indiscriminato le calorie, per esempio associando a una dieta sana, equilibrata e con un minimo taglio calorico un allenamento adeguato, e ponendosi nell’ottica di arrivare poco per volta a dimagrire e vedersi meglio, al di là dei facili slogan. Ma quando non ci sono ragioni genetiche per il sovrappeso, sono proprio le diete continue a causarci un metabolismo lento, e persino alcuni casi di sovrallenamento portano a problemi di metabolismo. Insomma: non bisogna pensare che se siamo sovrappeso è perché mangiamo male per forza. Anche le diete continue contribuiscono a rallentare il nostro metabolismo. Tagliare troppe calorie, fare diete inferiori in calorie a quelle richieste dal nostro metabolismo basale, allenarci per ore tutti i giorni, tagliare troppi cibi dalla nostra vita: tutte cose che contribuiscono a farci ingrassare sul lungo termine. La soluzione? Tornare a una dieta normocalorica secondo il nostro fabbisogno magari con una reverse diet, e, dopo qualche mese (può anche essere un anno), fare un taglio del 15% circa sulle nostre calorie giornaliere. Parallelamente, allenarsi tre volte a settimana, massimo quattro.

2) Perché credi di mangiare poco: questa è la risposta che chi lavora nel fitness e nel business delle diete ama dare di più. Questo però non vuol dire che sia falsa. Anzi. Molte persone sono convinte di mangiare poco, il guaio è che non prestano la minima attenzione a quanto mangiano. Magari mangiano spesso e non ci fanno caso, ma poiché non fanno mai un pasto decente e saziante pensano di aver automaticamente mangiato poco. Vi faccio un esempio incredibile, che si avvera tutte le volte in cui viaggio. Io viaggio molto, per trovare i miei genitori, per lavoro, per necessità, e come gli altri anche per svago (quando posso ma accade): viaggio in bus, in treno, in aereo. Quando faccio lunghi viaggi in bus o in treno, immancabilmente viaggio accanto a persone che mangiano tutto il tempo.

Più che mangiare in abbondanza, fanno snack interminabili. Con merendine, patatine, sandwich, barrette, gelati, soft drink. Spesso per noia. E immancabilmente, quando siamo quasi a destinazione, li vedi sentirsi per telefono con qualcuno: la mamma, la moglie, il fidanzato. E dire: “non ho mangiato niente tutto il giorno, ho solo stuzzicato”. Ma che vuol dire???

Se hai mangiato un tubo di patatine intero hai assunto più di mille calorie. E non ti sei mosso per tutta la giornata!

Se abbiamo l’idea di mangiare poco e ingrassare ugualmente, prima cerchiamo in modo critico di guardare la nostra alimentazione: magari non facciamo tre pasti decenti, ma sporchiamo la nostra dieta con spuntini poco raccomandabili, che però pesano nel conteggio calorico giornaliero.

La soluzione potrebbe essere quella del diario alimentare. Un diario dove annotiamo almeno per qualche giorno tutto quello che mangiamo e cerchiamo grossomodo di vedere quante calorie assumiamo, se ci sono deficit (poche proteine, pochi grassi) e scompensi di qualche tipo. Spesso la soluzione è nella dieta.

3) Hai qualche problema di salute: altra risposta che chi mangia male ama leggere in blog come questo. Ma che non riguarda la maggior parte delle persone che pensano di mangiare poco e ingrassare, ma la minor parte. Perché no, non siamo diventati tutti celiaci, non abbiamo tutti problemi di tiroide, così come non tutti possiamo dare la colpa ai nostri geni. E a ogni modo nessuna di queste cose ci esenta da una corretta alimentazione e da un corretto stile di vita. Detto questo, poiché la prima cosa di cui preoccuparsi è la salute, se ingrassate senza mangiare alcunché sarà meglio rivolgersi al medico e farsi prescrivere una serie di analisi: per esempio, TSH, T3 e T4 per valutare la salute della nostra tiroide. O degli accertamenti se abbiamo problemi costanti di digestione, pancia gonfia, fastidi intestinali.

Su passioneperlosport è ora presente la nuova Chat per tutti gli appassionati di sport e ricette sportive 

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:

Twitter

Google+

Instagram

Facebook

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.

Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.

Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

passioneperlosport

SPORT COME PASSIONE E STILE DI VITA

Potrebbero interessarti anche...

Contattaci
Loading...